Reset Password

Your search results

Otranto, Luci d’Oriente

, ,
Otranto, Puglia, Salento
|
Private Experience
, |
Arte e Cultura, SITExperience
30 Persone|0 Camere da letto|0 Bagni
Verifica Disponibilità

Descrizione

Cos’è
Il borgo fortificato di Otranto è l’estremo lembo a est d’Italia, patrimonio Culturale dell’Unesco quale Sito Messaggero di Pace e parte del club I borghi più belli d’Italia. Sviluppata intorno al suo castello aragonese (luogo protagonista del primo romanzo gotico della storia, a opera di Horace Walpole, intitolato, appunto, “Il Castello di Otranto”), la città marinara presenta la meravigliosa Cattedrale dell’Annunziata, che ospita la cripta con i teschi e le ossa dei famosi Ottocento Martiri, decapitati dai Turchi dopo il loro rifiuto alla conversione, ma soprattutto il monumentale mosaico che occupa interamente il pavimento delle tre navate di cui è composta la basilica. Un centro storico di grande rilevanza e un panorama mozzafiato sono solo il preludio a un territorio caratterizzato dalle caratteristiche torri adriatiche di difesa costiera che rappresentano alcune delle spiagge più belle del territorio, insieme a luoghi pregevolissimi dal punto di vista naturalistico e culturale, come gli antichi insediamenti dei Basiliani nel contesto del Parco Naturale di Otranto.

Vi diciamo di più
– Il riconoscimento dell’Unesco come Sito Messaggero di Pace è molto raro che si assegni a un intero borgo e non a un singolo edificio. Otranto ci è riuscita grazie al suo portato culturale e al messaggio di multiculturalità e accoglienza di cui da sempre la città si è fatta portatrice. La città ospita un monumento che recupera i resti della Kater i Rades, un’imbarcazione speronata durante un’operazione di controllo mentre trasportava 120 profughi albanesi nel 1997. Al naufragio sopravvissero solo 34 persone.
– Il misterioso Mosaico di Otranto è frutto di un autore di cui non si sa nulla oltre alla sua firma autografa e alla dichiarazione che la segue: il presbitero Pantaleone. Una lettura attenta dell’opera, realizzata tra il 1163 e il 1165, denuncia una grande padronanza dell’arte del mosaico e una cultura non comune, dati i riferimenti multiculturali e interreligiosi che attraversano tutto lo sterminato racconto che si dipana lungo le tre navate della cattedrale, in cui è centrale la maestosa figura dell’Albero della Vita, per un’interpretazione gioiosa del mistero della Pasqua.
– Otranto è presente in molte opere entrate ormai nell’immaginario collettivo. Oltre al già citato romanzo di Walpole possiamo ricordare il celebre “L’Ora di Tutti”, di Maria Corti, che racconta la tragedia dell’invasione turca con gli occhi della bella Idrusa. Helena, una restauratrice olandese alle prese con il mosaico di Pantaleone, è invece la protagonista del romanzo che ha lanciato Roberto Cotrone, “Otranto”, appunto, mentre la città è lo sfondo insostituibile dell’opera di Carmelo Bene, “Sono apparso alla Madonna”.

Percorso
Porta di mare (ritrovo) → Castello (esterno) → Chiesa bizantina di San Pietro → Porta Alfonsina → Lungomare degli Eroi → Cattedrale dell’Annunziata.

Guida turistica per vocazione, la mia missione è quella di narrare con passione non solo le bellezze storico-artistiche del Salento, ma anche i paesaggi, le leggende e la vita del territorio. Figlia di questa terra che amo profondamente, accompagno i turisti a scoprire il luogo che si visita suscitando in loro vere emozioni.
Annalisa Sitter
Leggi di più
Costi
Prezzo per persona: € 10
N° minimo di ore: 2
Dove?
Città:
Nazione: Italy
Altre info
Property Status: › SITExperience
Property ID: 29447
Luogo Incontro: Porta Alfonsina a Otranto
Quando: Ogni giorno su richiesta
Durata: 2 ore
N° Partecipanti: 2 – 30
Orario: 10.00
Lingue: IT

Disponibilità

Luogo

Annunci simili

€ 10 a persona

Prenota ora

Aggiungi ai preferiti
Contact Owner
Condividi
Verified

No agent

See Owner Profile
Contact Owner
  • Hai domande? Contattaci!

    + 39 371 34 41 379, Eugenio
    + 39 348 01 79 325, Francesco

x