fbpx

Reset Password

Your search results

Galatina mi(s)tica, alla maniera di Giotto

, ,
Galatina, Puglia, Salento
|
Shared Experience
, |
Arte e Cultura, SITExperience
20 Persone|0 Camere da letto|0 Bagni
Verifica Disponibilità

Descrizione

“Religiosità popolare”, “religione popolare” sono espressioni diverse che spesso hanno finito per designare la stessa cosa: manifestazioni di fede con riti, simboli e linguaggi propri, che partono dagli strati più bassi della popolazione, mescolando sacro e superstizione. Ma quali sono le espressioni e le manifestazioni della religiosità popolare? E quanto sono radicate nella nostra cultura e nella nostra tradizione religiosa? Galatina, vero e proprio tesoro di storie e risorse culturali per tutto il Salento, è uno dei posti che meglio esprimono questo dualismo.
Dalla Basilica di Santa Caterina d’Alessandria – la seconda in italia per affreschi quattrocenteschi di scuola giottesca – alle vicende di Raimondello Orsini Del Balzo e Maria d’Enghien; dalla figura di San Paolo, protettore di morsi di insetti e animali velenosi, al fenomeno del tarantismo; e poi giù, dove il sacro si mescola al magico, fino alle pratiche ancestrali delle Sorelle Farina, le ultime guaritrici, nel ‘600.
La nostra Sitter Sara ci condurrà per le vie di Galatina offrendoci questo sguardo, inedito e suggestivo, sul rapporto tra religione e misticismo, là dove il sacro “si fa carne” e diventa rito popolare: il tarantismo.

Cos’è
Il tour prende il via dalla Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, un gioiello romanico del Trecento con affreschi quattrocenteschi, che emerge dal panorama artistico del territorio, così legato al barocco. Da lì si passa nel Chiostro del convento dei Padri Francescani che ancora oggi la gestiscono. Chi lo desidera, può visitare il Museo della Basilica, che ospita la reliquia di Santa Caterina che Raimondello Orsini Del Balzo portò dalla Terra Santa.
A metà percorso faremo una sosta in uno dei bar storici del paese dove l’esperto pasticcere ci racconterà la storia dell’azienda offrendoci una deliziosa specialità della casa accompagnata ad una ottima tazzina di caffè.
Proseguiremo il percorso percorrendo le vie del centro storico e giungeremo fino a Piazza San Pietro, per visitare poi la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, all’interno della quale è conservata la “pietra filosofale”, sulla quale – si dice – San Pietro in visita a Galatina ci si appoggiò per riflettere e riposare.
L’adiacente Cappella di San Paolo era il cuore delle ritualità più importanti riguardo al tarantismo: lì, una volta l’anno, si teneva il rito per liberare le tarantate.

Vi diciamo di più
– La città è consacrata ai santi Pietro e Paolo e fino al 1861, anno dell’Unità d’Italia, il suo nome era San Pietro in Galatina.
– Fino agli anni Cinquanta del Novecento, nella celebre basilica di san Paolo avvenivano i riti cosiddetti del tarantismo, studiati da Ernesto de Martino e che sono alla base della pizzica, tradizionale musica di queste zone del Salento.
– La Basilica di Santa Caterina d’Alessandria è un monumento unico nel suo genere. Alle architetture romaniche e gotiche si associano i tipici riti bizantini e i ricchi affreschi dei manieristi influenzati dalla permanenza a Napoli del maestro Giotto. È monumento nazionale dal 1870.

Percorso
Basilica di Santa Caterina di Alessandria → Chiostro del convento dei Frati minori → Sosta degustazione → Chiesa Madre dei Santi Pietro e Paolo → Cappella e pozzo di San Paolo

Leggi di più
Costi
Prezzo per persona: € 10
N° minimo di ore: 2
Dove?
Città:
Nazione: Italy
Altre info
Property Status: › SITExperience
Property ID: 29710

Disponibilità

Luogo

Annunci simili

€ 10 a persona

Prenota ora

Aggiungi ai preferiti
Contact Owner
Condividi
Verified

No agent

See Owner Profile
Contact Owner
  • Hai problemi con la prenotazione? Contattaci!





    + 39 371 34 41 379, Eugenio
    + 39 348 01 79 325, Francesco

x